Il Sestante – bollettino n° 7

Nessun Commento »

Le cause ideologiche ed istituzionali della perdurante crisi
In Italia si continua – come d’altra parte avviene anche in altre nazioni d’Europa e non solo – a “vedere la luce in fondo al tunnel”. Ossia a sostenere che si stia per uscire dalla crisi economica e sociale iniziata 6 anni fa. Ma si tratta di una propaganda che non trova alcun riscontro in una effettiva ripresa, salvo piccole variazioni dello “zero virgola” legate pur sempre ad un andamento ciclico discendente o perdurante al basso.
Vi è, particolarmente in quest’ultimo periodo, una vera e propria presa di coscienza della natura costituzionale ed istituzionale delle cause della crisi. Le indicazioni al riguardo vengono da ambienti pubblicistici diversi. In questo numero de IL SESTANTE desideriamo richiamare l’attenzione in particolare sulla stampa più esplicitamente cattolica.
In essa viene registrato «il mancato adeguamento dei meccanismi democratici di rappresentanza e di governo» (Carla Collicelli su L’Avvenire del 22.10.13) e la denuncia contro i grandi oligopoli della finanza che corrompono le classi politiche. Da ciò l’analisi si sviluppa nella esplicita richiesta di ripristino della separazione tra banca commerciale e banca d’affari, stigmatizzando «il via libera al paradosso di banche “commerciali” affette da “ludopatia speculativa” con i soldi dei depositanti e coperti dalla garanzia del salvataggio pubblico» (Leonardo Becchetti, sempre su L’Avvenire del 22.10.13).
Da qui viene imperiosa la necessità di completare la denuncia e gli auspici attraverso la predisposizione di programmi di radicale rinnovamento costituzionale dei compiti dello Stato italiano e di quelli che necessariamente devono essere svolti da una UE svincolata dalla ideologia vetero-liberista (G.R.)

SOMMARIO DI QUESTO NUMERO
– I drammi sociali derivanti dall’ anarchica speculazione mondiale. Non bastano gli auspici, occorrono misure drastiche (Gaetano Rasi)

– Oggi è modificato il quadro sociologico e politologico: Carla Collicelli su L’Avvenire. Uscire dalla rassegnazione: una esortazione dalla pubblicistica cattolica

– Scenari e proposte: Leonardo Becchetti su L’avvenire. Tre indirizzi per un progetto non ancora formalizzato.

Clicca qui per scaricare il bollettino completo

Share

Lascia un commento