Il Sestante – Bollettino n° 56

Nessun Commento »

Il Centenario della Prima guerra mondiale
In occasione del Centenario dell’inizio della Quarta guerra d’Indipendenza e Prima guerra mondiale, il CESI ritiene importante mettere a fuoco in maniera adeguata il significato fondante di quell’evento storico. E ciò non solo per essere consonanti con la verità storica, ma anche per impegnare consapevolmente tutti gli italiani a riflettere su gli effetti prodotti dalla guerra che hanno profondamente inciso, modificandola, la coscienza del nostro Paese.
Il futuro di una nazione, come è noto, non solo è frutto del presente, ma anche di alcune costanti e in ogni caso degli eventi del passato. Trascurare questi fatti significa seguitare in una serie di crisi nelle quali le diverse classi dirigenti non sono in grado di orientarsi e tanto meno di trovare soluzioni.
Pertanto pubblichiamo un’analisi relativa agli effetti sociologici conseguenti al compimento dell’Unità nazionale sia dal punto di vista territoriale che di quello delle consapevolezze maturate dagli italiani residenti nelle varie regioni del Paese. Inoltre riteniamo utile richiamare l’attenzione su come drammatici eventi, che pur costarono tanti sacrifici, determinarono anche la formazione di una nuova classe dirigente nazionale riguardante le pubbliche responsabilità istituzionali e le competenze tecnico-dirigenziali in campo economico e sociale.
Questo numero è arricchito dalla rubrica “Segnalazioni librarie” che riporta l’illustrazione di due recentissimi opere pubblicate da esponenti del CESI.
Anzitutto, per gentile concessione dell’editore, riportiamo la Premessa del nuovo libro di Mario Bozzi Sentieri “Filippo Corridoni. Sindacalismo e interventismo. Patria e lavoro”.
Inoltre, sempre a proposito del centenario della Prima guerra mondiale, pubblichiamo l’Introduzione al volume di Gaetano Rasi “Tutto è cambiato con la Prima guerra mondiale. Società ed economia dal 1915 al 1922”.

SOMMARIO

– 1915-1918: si è compiuta l’unità degli italiani. Dalla Prima guerra mondiale è nata una nuova classe dirigente di Gaetano Rasi

– “Segnalazioni librare”: Mario Bozzi Sentieri, Premessa a “Filippo Corridoni. Sindacalismo e interventismo. Patria e lavoro”; Gaetano Rasi, Introduzione a“Tutto è cambiato con la Prima guerra mondiale. Società ed economia dal 1915 al 1922”.

Clicca qui per scaricare il bollettino completo

Share

Lascia un commento