Il Sestante – Bollettino n° 36

Nessun Commento »

Preparare il futuro
In questo numero del bollettino vengono trattati anzitutto due argomenti che costituiscono un’analisi del sottofondo ideologico e politologico dell’attuale crisi dell’Italia e dell’Europa. Il prof. Carlo Vivaldi-Forti (già autore fra l’altro di due pregevoli volumi: un primo del 1981 “La corona di san Venceslao”, nel quale ha previsto un decennio prima la caduta del comunismo, e “Pravda Vitezi. La verità vince” del 2008 nel quale ha illustrato il percorso intellettuale di un protagonista della primavera di Praga) auspica il coagularsi di un pensiero forte sulla base di un’alternativa partecipazionistica all’ attuale democrazia falsamente rappresentativa. La tesi di Vivaldi Forti sta nell’auspicio che sia riconosciuta quella sintesi creativa che è oggetto del lavoro del Cesi e che consiste nella risposta ai negativi giudizi già sintetizzati da Václav Havel, poeta e primo Presidente della Repubblica Ceca, nella frase: se è vero che il social-comunismo può essere capace di distribuire la ricchezza, non sa però produrla. Il liberal-capitalismo sembra capace di produrla, ma certamente non sa distribuirla.
Il secondo argomento è affrontato dallo scrittore Mario Bozzi Sentieri, il quale, denuncia che, in relazione alla “mutazione antropologico-programmatica della Lega” quest’ultima forza – nata con ben precisi progetti separatistici di frantumazione dell’unità nazionale – oggi sta utilizzando argomenti che dovrebbero essere invece l’elemento costitutivo di un progetto sociale e nazionale di ben determinate forze che si dicono di voler essere portatrici di tali proiezioni, mentre invece appaiono prive di strategia programmatica e di operatività. A tal proposito Bozzi Sentieri richiama opportunamente l’insegnamento di un Maestro, come è stato Ernesto Massi, denuncia la mancanza di progettualità e propone una moderna legislazione basata su un progetto dal titolo “Responsabilità sociale dell’impresa”.
Un terzo argomento è trattato dall’economista Enea Franza, il quale sotto il titolo Borse e “random walk” analizza alcuni aspetti più apparenti che reali della politica monetaria “easy” della BCE ed esprime dubbi che solo attraverso strumenti finanziari e bancari possa essere risolta la crisi di mancati investimenti nell’economia reale che, invece, si rendono drammaticamente urgenti nell’attuale aggravamento della situazione strutturale nella UE oltre che dell’Italia.
Questo numero riporta poi due interventi di soci del CESI nella rubrica Dibattito: uno di Michele Puccinelli relativo alla pseudo riforma costituzionale che ha incominciato il suo iter con l’approvazione di una prima bozza in Senato l’8 agosto scorso, ed un altro di Lorenzo P. Sannini riguardante un aspetto sociologico, esistente in profondità e che non viene posto in adeguato rilievo dagli opinionisti, circa una sostanziale politica classista operata surrettiziamente dal PD allo scopo di eliminare la classe media, spina dorsale operativa nella società nazionale (g.r.).

SOMMARIO DI QUESTO NUMERO

– Per salvare l’Italia e l’Europa. Necessità di un pensiero forte di grande sintesi di Carlo Vivaldi-Forti

– Sui temi sociali La Lega fa scuola ? Il centrodestra impari la lezione di Mario Bozzi Sentieri

– La speculazione finanziaria contro l’economia reale. Borse e “random walk” di Enea Franza

– Rubrica “dibattito”. Lettere di M. Puccinelli e L. P. Sannini e risposte del Presidente CESI

Clicca qui per scaricare il bollettino completo

Share

Lascia un commento