Il Sestante – Bollettino n° 29

Nessun Commento »

Riflessioni immediate sull’esito delle elezioni europee
Questo bollettino esce a ridosso dell’esito delle elezioni europee, esito che è stato diverso dalle previsioni della maggior parte dei mezzi di informazione e degli stessi partiti politici interessati. Il CESI ha per propria regola quella di effettuare riflessioni ed analisi non immediate perché vuol evitare valutazioni che potrebbero non essere frutto di adeguato approfondimento. Tuttavia nel caso presente ritiene utile entrare subito nel merito delle questioni che emergono prepotentemente impegnandosi a proseguire nei prossimi numeri de Il Sestante la valutazione dei giudizi espressi dai maggiori editorialisti e commentatori italiani, oltre che da parte dei maggiori esponenti politici.
Come potrà leggersi dagli interventi che seguono, il dato comune è quello di considerare le elezioni del 25 maggio come un punto di partenza dal quale trarre motivo per poi sostanziare proposte e programmi nell’ambito del fondamentale progetto che è quello di preparare un grande movimento costituente al fine di pervenire ad una integrale nuova redazione della Carta costituzionale italiana. Non è possibile, infatti, rimanere imprigionati nella miope, dannosa e superficiale riforma affrettatamente annunciata dal leader che dalle elezioni ha tratto il maggior vantaggio.
In altre parole il CESI apre un’ulteriore fase del dibattito per il quale ha predisposto già un anno fa un Appello agli italiani per l’Assemblea Costituente ed un Manifesto Politico e Programmatico per la Rifondazione dello Stato. Le nuove problematiche che si vanno ponendo, le ulteriori precisazioni di indirizzi finora incerti, la necessità di approfondimento di dati ed indirizzi prima non noti – il tutto unito con il possibile sviluppo di un raggruppamento politico che rilanci una politica nazionale e sociale unitaria e che sia energicamente presente nella legislazione e nel governo europeo – richiedono aggiornamenti ed ampliamenti sia di quell’Appello che di quel Manifesto. Alla fine di questo lavoro ne sarà pubblicata una nuova edizione.
Il CESI pertanto, attraverso il suo bollettino e con convegni e seminari da organizzarsi nei prossimi mesi, cercherà di contribuire affinché quanto auspicato si realizzi perché ormai si tratta di una necessità storica della quale si deve sempre più prendere coscienza (g.r.).

SOMMARIO DI QUESTO NUMERO

– Riflessioni a caldo sulle elezioni europee.
Siamo ancora in alto mare di Innocenzo Cruciani

– Perché un certo tipo di “destra” non sia inutile.
Più energia nel passare dalla protesta alla proposta di Mario Bozzi Sentieri

– Manifestazioni CESI: Una nuova Costituzione per un nuovo modello di sviluppo
Due convegni del CESI in Toscana
Conferenza dibattito all’Università di Viterbo

Clicca qui per scaricare il bollettino completo

Share

Lascia un commento